Giovanni Lamioni presenta a Grosseto la sua candidatura

Lamioni con il suo comitato

GROSSETO

Giovanni Lamioni presenta a Grosseto la sua candidatura

"Libertà, sviluppo, sicurezze"

27.04.2015 - 22:57

0

E' stata inaugurata a Grosseto in Piazza della Palma la sede elettorale del comitato “Passione per la Toscana – Lamioni Presidente, la lista nata dal patto tra liste civiche e le forze politiche di Area Popolare a sostegno della candidatura a Presidente della Regione Toscana di Giovanni Lamioni
Lamioni ha ringraziato il comitato grossetano, il quale, in pochissimi giorni, ha creato un vero luogo d'incontro e di confronto, una sorta di cantiere delle idee, pronto ad accogliere le adesioni di tutti coloro che vogliono davvero dare un nuovo corso alla nostra Regione, che sta svuotando di ogni autonomia e di ogni autodeterminazione i nostri territori.

"Passione per la Toscana è una realtà che, con fierezza – ha puntualizzato Lamioni - è nata dal basso, dalla società civile, con persone che vivono del loro lavoro e non delle prebende della politica, sono persone competenti, affidabili e responsabili".

“Io - ha spiegato Lamioni - non devo rendere conto alle logiche di partito ma solo alla mia coscienza e ai cittadini, fuori da ogni teatrino della politica. La mia è una scelta fatta con amici che non si rassegnano ad un costante declino del nostro territorio causato da decisioni clientelari. Siamo l’alternativa vera e reale, e a noi si stanno unendo in tanti, da Roberto Cenni ex sindaco di Prato, a Eugenio Neri, che a Siena ha mancato per pochi voti l’elezione a primo cittadino riuscendo a far traballare lo strapotere del Pd, e poi tre liste civiche a Lucca, una a Livorno, con sorprese ogni giorno di forze che vogliono unirsi a noi”.

Lamioni ha poi illustrato la sostanza del suo programma ai suoi concittadini.

"Sono tre i livelli su cui vogliamo costruire l’alternativa: la libertà, lo sviluppo, le sicurezze – ha ribadito - La Regione non deve essere una “matrigna” come è attualmente, ma una sorta di “Federazione” dei Comuni. Anche a Grosseto abbiamo pagato un prezzo pesantissimo che ha frenato lo sviluppo, penso al nostro turismo e alla nostra imprenditoria tutta. Ha compromesso le nostre sicurezze, e mi riferisco al degrado, al quale non eravamo abituati, e alle infrastrutture, perché qui abbiamo aeroporti, ma gli aerei non atterrano, abbiamo porti, ma le navi non attraccano, abbiamo stazioni ferroviarie, ma i treni non passano, abbiamo strade accompagnate da un bollettino di guerra fatto di incidenti drammatici... Ci stanno togliendo tutto, le Province, le Camere di commercio, la sanità, la possibilità di scegliere, la dignità... dobbiamo alzare la testa".

Ed ancora: "Oggi sono impegnato a portare la nostra Maremma dritta alla responsabilità più alta della nostra Regione – ha concluso il candidato indipendente Lamioni - anche per affermare diritti, nostri come di tanti altri territori toscani, che l'istituzione Regione ha sempre bistrattato, riservandoci ben poca cura e attenzione ma premurandosi di spremerci come limoni. E' chiaro che da un impegno così non si torna indietro, ho fatto una scelta, ho cambiato di colpo la mia vita, ho messo nel cassetto le mie sfide imprenditoriali e di categoria, tenendomi in tasca la passione e la determinazione che le ha rese possibili"

Ed ha concluso: "Per Grosseto e la Maremma sono pronto a dare tutto: se questo significa che, oltre alla Regione, dovrò affrontare nuove sfide, insieme ai tanti che stanno affrontando quella di oggi insieme a me, di certo non mi tirerò indietro! Adesso si cambia la Toscana e poi, insieme si cambia anche Grosseto. Sempre sotto il segno della passione, della concretezza e della libertà".

Il servizio completo sul Corriere di Maremma in edicola martedì 26 aprile

Per approfondire guarda anche: Lamioni e la corsa per la Regione

Per approfondire guarda anche: Lamioni, il suo programma

Per approfondire leggi anche: L'opinione di Antichi

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Ginevra, Fca svela il prototipo della nuova Fiat Panda
IL SALONE DELL'AUTO

Ginevra, Fca svela il prototipo della nuova Fiat Panda

Ginevra è pronta per l'89esima edizione del salone dell'auto. Il motor show apre al pubblico il 7 marzo 2019, dopo i due giorni dedicati alla stampa, e anche quest'anno sarà una rassegna di rilievo, con gli ultimi sviluppi tecnologici sulla guida autonoma, la connettività digitale e i motori elettrici. Tra i protagonisti ci saranno sicuramente la Ferrari, con l'erede della 488 Gtb, e Fiat ...

 
Mattarella non può scegliere il ministro dell'Economia
Lo stop a Paolo Savona

Mattarella non può scegliere il ministro dell'Economia

Con un comunicato ufficioso il Quirinale ha fatto sapere di non accettare diktat sul ministero dell'Economia da parte di Matteo Salvini e Luigi Maio, di fatto sbarrando la porta al professore Paolo Savona. Verto che la Costituzione prevede un confronto fra il premier incaricato (il professore Giuseppe Conte) e il capo dello Stato (Sergio Mattarella) sulla squadra ministeriale. E per i compiti del ...

 

Spettacoli

Nel chiostro la mostra omaggio dei ragazzi al maestro Fontana

Massa Marittima

Nel chiostro la mostra omaggio dei ragazzi al maestro Fontana

Sarà inaugurata venerdì 25 settembre alle 17,30 e resterà visitabile fino al 6 gennaio 2016 la mostra fotografica allestita al Chiostro di Sant’Agostino "Le forme ...

21.09.2015

Tre giorni di eventi per celebrare il cavallo

La presentazione

Grosseto

Tre giorni di eventi per celebrare il cavallo

Dal 25 al 27 settembre ritorna il Festival dei cavalli datato 2015. Tre giorni intensi all’insegna dei destrieri nello scenario del Centro militare veterinario di via ...

19.09.2015

Aperte le iscrizioni alla scuola di musica Chelli

Grosseto

Aperte le iscrizioni alla scuola di musica Chelli

Con l’avvio del nuovo anno scolastico riprende con slancio anche l’attività della scuola di musica Chelli, che insieme alla scuola d’infanzia San Giuseppe, alla scuola media ...

17.09.2015