Grosseto spogliata e indifesa

Rossi e Sani

GROSSETO

Grosseto spogliata e indifesa

02.12.2014 - 13:42

0

E’ di pochi giorni fa la levata di scudi del Pd aretino contro le politiche della Regione, che poi alla fine significa il Pd stesso.
Ma cosa è che ha mandato su tutte le furie il segretario provinciale del Pd di Arezzo?
“Non si può essere prigionieri della geografia e non conta solo il baricentro, ma anche l’economia e il numero di abitanti”.
Quello di Massimiliano Dindalini è un attacco vero e proprio alle politiche di accorpamento fortemente volute dal Governatore e tese a preferire Siena in tutte le riorganizzazioni di area vasta che sono state fatte, o proposte, fino ad oggi.
Pare singolare che solo da Arezzo arrivi una presa di posizione politica decisa contro queste logiche. Grosseto fino ad oggi su queste questioni è rimasta in totale silenzio. E dire che si è già vista togliere un po’ di tutto.
A Siena è finita la centralità dei rifiuti, ad Arezzo quella dei trasporti, la soprintendenza ha la sua sede a Siena, via da Grosseto la sede del 118, e secondo le aspettative del Governatore anche la Asl dovrebbe passare la mano alla città del Palio che ha una sede universitaria.
Anche Confindustria da deciso di trasformarsi da provinciale in area vasta, è nata Confindustria Toscana Sud e la presidenza è andata ad un aretino.
In ballo c’è anche la riorganizzazione delle Camere di Commercio, dove l’ipotesi più gradita a Rossi sarebbe quella di riproporre l’area vasta sud, con sede naturalmente a Siena che ha una dislocazione baricentrica. L’alternativa di poter trovare una unione con Livorno non è ben vista, perchè va a cozzare con la geografia preferita dalla Regione.
In tempi di spending review si ipotizza anche un accorpamento delle prefetture. C’è da immaginarsi che sorte toccherebbe a quella grossetana.
“Il Governatore ha una visione tripolare della Toscana - dice il segretario del Pd aretino - con Firenze, Siena e Pisa. La geografia non può essere la nostra gabbia e viene il dubbio che si voglia salvare Siena dal fallimento sulla pelle di Arezzo”. E di Grosseto bisognerebbe aggiungere, capoluogo di provincia assai più popoloso di Siena, ed attualmente, pur nella crisi, anche con una prospettiva economica migliore.
Quello che sembra mancare a Grosseto è proprio la consapevolezza di avere i numeri per chiedere e anche per pretendere.
Non difende il territorio il partito che lo governa, non lo difende l’oppozione che avrebbe tutti i motivi per opporsi a queste politiche di spoliazione. Non si alzano scudi neppure da parte delle categorie economiche. Grosseto si svuota lentamente di ogni potere e centralità a beneficio dei capoluoghi vicini, e questo senza che nessuno la difenda.
Ci deve pensare Arezzo, che in fondo, tra le tre province, non è certo quella che ha pagato di più.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Ginevra, Fca svela il prototipo della nuova Fiat Panda
IL SALONE DELL'AUTO

Ginevra, Fca svela il prototipo della nuova Fiat Panda

Ginevra è pronta per l'89esima edizione del salone dell'auto. Il motor show apre al pubblico il 7 marzo 2019, dopo i due giorni dedicati alla stampa, e anche quest'anno sarà una rassegna di rilievo, con gli ultimi sviluppi tecnologici sulla guida autonoma, la connettività digitale e i motori elettrici. Tra i protagonisti ci saranno sicuramente la Ferrari, con l'erede della 488 Gtb, e Fiat ...

 
Mattarella non può scegliere il ministro dell'Economia
Lo stop a Paolo Savona

Mattarella non può scegliere il ministro dell'Economia

Con un comunicato ufficioso il Quirinale ha fatto sapere di non accettare diktat sul ministero dell'Economia da parte di Matteo Salvini e Luigi Maio, di fatto sbarrando la porta al professore Paolo Savona. Verto che la Costituzione prevede un confronto fra il premier incaricato (il professore Giuseppe Conte) e il capo dello Stato (Sergio Mattarella) sulla squadra ministeriale. E per i compiti del ...

 

Spettacoli

Nel chiostro la mostra omaggio dei ragazzi al maestro Fontana

Massa Marittima

Nel chiostro la mostra omaggio dei ragazzi al maestro Fontana

Sarà inaugurata venerdì 25 settembre alle 17,30 e resterà visitabile fino al 6 gennaio 2016 la mostra fotografica allestita al Chiostro di Sant’Agostino "Le forme ...

21.09.2015

Tre giorni di eventi per celebrare il cavallo

La presentazione

Grosseto

Tre giorni di eventi per celebrare il cavallo

Dal 25 al 27 settembre ritorna il Festival dei cavalli datato 2015. Tre giorni intensi all’insegna dei destrieri nello scenario del Centro militare veterinario di via ...

19.09.2015

Aperte le iscrizioni alla scuola di musica Chelli

Grosseto

Aperte le iscrizioni alla scuola di musica Chelli

Con l’avvio del nuovo anno scolastico riprende con slancio anche l’attività della scuola di musica Chelli, che insieme alla scuola d’infanzia San Giuseppe, alla scuola media ...

17.09.2015