Silva, quale sarà il futuro dell'allenatore?

SERIE C

Silva, quale sarà il futuro dell'allenatore?

27.10.2014 - 14:43

0

Il post-partita di sempre. Se il Grifone non vince la panchina di Massimo Silva torna inevitabilmente a traballare. Sembra la storia del solito dead man walking del Grifone, delle decine di dead man walking che hanno aspettato supinamente l’esonero nell’ultimo decennio. Massimo Silva però sembra poter far eccezione. Prima o poi sarà cacciato, ma affronta l’inevitabile destino con serenità e senza curarsi troppo delle critiche e del vento gelido che spira dalla tribuna d’onore. Possibile che anche stavolta l’allenatore se la caverà e che, come prima del derby di Pisa, gli sia concessa un’altra opportunità. Ancora in Toscana, stavolta sponda Lucchese, nella gara del Porta Elisa rinviata a lunedì 3 novembre (fischio d’inizio alle ore 14,30). Camilli vuole vincere il campionato, tutto da dimostrare che una squadra costruita in dieci giorni possa farlo, ma le idee del patron sono state urlate chiaramente dopo il pareggio contro il Tuttocuoio. Per pensare di avvicinarsi anche solo lontanamente all’obiettivo urge un rapidissimo cambio di marcia in casa. Inutile ricordare che i torelli non vincono al Comunale da sette mesi, ormai lo sanno tutti. Più logico sottolineare che stavolta Silva ha trovato un validissimo alleato nell’arbitro, quel Mainardi di Bergamo che tanto ha fatto infuriare lo Zecchini. Cacciare il tecnico assolverebbe automaticamente l’operato del direttore di gara, qualcosa che ovviamente non è accettabile. Regolare il primo gol della Spal, giusto annullare il pareggio di Giovio, ma anche il 2-3 non era valido. L’unico errore grave di un arbitro che probabilmente ha aiutato il Grosseto sul gol fantasma di Fioretti. Certo, da un pezzo i fischi vanno sempre nel verso sbagliato e sul perché questo succeda si potrebbe scrivere un libro da far partire quando il Grifone aveva una dozzina di rigori all’anno, eppure la tribuna insultava lo stesso i fischietti. Servirebbe a poco. Meglio pensare ai terzini che non potranno mai essere esterni di centrocampo visto che non riescono a crossare e ai disastri della difesa, che senza Morero è un colabrodo.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Spettacoli

Nel chiostro la mostra omaggio dei ragazzi al maestro Fontana

Massa Marittima

Nel chiostro la mostra omaggio dei ragazzi al maestro Fontana

Sarà inaugurata venerdì 25 settembre alle 17,30 e resterà visitabile fino al 6 gennaio 2016 la mostra fotografica allestita al Chiostro di Sant’Agostino "Le forme ...

21.09.2015

Tre giorni di eventi per celebrare il cavallo

La presentazione

Grosseto

Tre giorni di eventi per celebrare il cavallo

Dal 25 al 27 settembre ritorna il Festival dei cavalli datato 2015. Tre giorni intensi all’insegna dei destrieri nello scenario del Centro militare veterinario di via ...

19.09.2015

Aperte le iscrizioni alla scuola di musica Chelli

Grosseto

Aperte le iscrizioni alla scuola di musica Chelli

Con l’avvio del nuovo anno scolastico riprende con slancio anche l’attività della scuola di musica Chelli, che insieme alla scuola d’infanzia San Giuseppe, alla scuola media ...

17.09.2015