La paura di vivere ci impedisce di mettere a frutto i nostri talenti

La paura di vivere ci impedisce di mettere a frutto i nostri talenti

16.11.2014 - 14:07

0

“Avverrà come a un uomo che, partendo per un viaggio, chiamò i suoi servi e consegnò loro i suoi beni”. Così inizia il vangelo di questa domenica (Mt 25,14-30). Prima di ritirarsi dalla storia, Dio ci consegna il Creato. Ci lascia la sua creatura senza istruzioni per l'uso e, anzi, ci dona il libero arbitrio. Dio ha incredibilmente fiducia in noi e ci assegna il compito di continuare a creare. Il Cangelo continua: “A uno diede cinque talenti, a un altro due, a un altro uno, secondo le capacità di ciascuno; poi partì”. Che cosa sono questi talenti? Rappresentano le doti intellettuali e di cuore, la bellezza interiore. Ancora una volta l'estensore Matteo sceglie la parabola del seme che, se buttato nella terra fertile, dà buoni frutti. Però, il nostro compito non è solo quello di ricevere il seme, dobbiamo coltivarlo, prendercene cura e far sì che germogli.
“Dopo molto tempo il padrone di quei servi tornò e volle regolare i conti con loro”. Arriva il momento del rendiconto. Dio non è un padrone esigente che rivuole indietro i suoi talenti con gli interessi. Ma rimane comunque soddisfatto perché i servi hanno moltiplicato i loro talenti. Infine, “si presentò anche colui che aveva ricevuto un solo talento e disse: "Ho avuto paura e sono andato a nascondere il tuo talento sotto terra". Il padrone gli rispose: "Servo malvagio e pigro". A chiunque ha, verrà dato e sarà nell'abbondanza; ma a chi non ha, verrà tolto anche quello che ha”. Che cosa significa? Che non bisogna avere paura, perché la paura ci impedisce di vivere e di mettere a frutto i nostri talenti. Il Vangelo ci insegna a non avere paura, a non fare paura e a liberare dalla paura.
Con la collaborazione di Andrea Grippo

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Mattarella non può scegliere il ministro dell'Economia
Lo stop a Paolo Savona

Mattarella non può scegliere il ministro dell'Economia

Con un comunicato ufficioso il Quirinale ha fatto sapere di non accettare diktat sul ministero dell'Economia da parte di Matteo Salvini e Luigi Maio, di fatto sbarrando la porta al professore Paolo Savona. Verto che la Costituzione prevede un confronto fra il premier incaricato (il professore Giuseppe Conte) e il capo dello Stato (Sergio Mattarella) sulla squadra ministeriale. E per i compiti del ...

 

Spettacoli

Nel chiostro la mostra omaggio dei ragazzi al maestro Fontana

Massa Marittima

Nel chiostro la mostra omaggio dei ragazzi al maestro Fontana

Sarà inaugurata venerdì 25 settembre alle 17,30 e resterà visitabile fino al 6 gennaio 2016 la mostra fotografica allestita al Chiostro di Sant’Agostino "Le forme ...

21.09.2015

Tre giorni di eventi per celebrare il cavallo

La presentazione

Grosseto

Tre giorni di eventi per celebrare il cavallo

Dal 25 al 27 settembre ritorna il Festival dei cavalli datato 2015. Tre giorni intensi all’insegna dei destrieri nello scenario del Centro militare veterinario di via ...

19.09.2015

Aperte le iscrizioni alla scuola di musica Chelli

Grosseto

Aperte le iscrizioni alla scuola di musica Chelli

Con l’avvio del nuovo anno scolastico riprende con slancio anche l’attività della scuola di musica Chelli, che insieme alla scuola d’infanzia San Giuseppe, alla scuola media ...

17.09.2015