Ecco il nuovo calendario venatorio: tutte le date della caccia

Grosseto

Ecco il nuovo calendario venatorio: tutte le date della caccia

27.07.2015 - 19:38

0

Il consiglio provinciale ha approvato nella seduta pomeridiana di lunedì 27 luglio il calendario venatorio per la stagione 2015/2016, un documento atteso come sempre dalle migliaia di cacciatori maremmani. L’apertura della stagione venatoria 2015-2016 è fissata per domenica 20 settembre per le specie indicate nel  calendario regionale e la chiusura è il 31 gennaio 2016.

Ecco nel dettaglio i contenuti del calendario venatorio 2015 -2016,

L’apertura della caccia è fissata per domenica 20 settembre 2015 per le specie indicate nel calendario regionale e la chiusura è il 31 gennaio 2016. il 2 settembre è fissata la preapertura alle seguenti specie:  tortora, gazza, ghiandaia, cornacchia e colombaccio.

La caccia alla beccaccia si può effettuare dal 1 ottobre al 31 gennaio esclusivamente in forma vagante con l’ausilio del cane da cerca o da ferma. Tale specie nel mese di gennaio si può cacciare esclusivamente nelle zone boscate.

E’ vietato l’utilizzo di munizionamento a pallini di piombo all’interno di tutte le zone umide, quali laghi naturali e artificiali, stagni, paludi, acquitrini permanenti, lanche e lagune di acqua dolce, salata e salmastra.

La  caccia  alla  selvaggina  migratoria sia in forma vagante sia da  appostamento  è  consentita  nel  periodo  2  -  31  gennaio  2016 anche con  l’uso   del  cane.  Dal 2 al 31 gennaio 2016 i palmipedi, i rallidi e i trampolieri sono cacciabili, in forma vagante, anche con l’uso del cane, soltanto nelle zone  palustri e lungo i corsi d’acqua nelle aree comprese  fra  la  ferrovia e il mare, nei comuni  di Castiglione della Pescaia, Grosseto, Orbetello  e  Capalbio, al Lago dell’Accesa, nel comune di Massa Marittima, e nella  zona  palustre  in  località Voltina; a Istia d’Ombrone, nel comune di Grosseto.

La caccia alla tortora è consentita dal 20 settembre al 30 dicembre 2016; alla gazza, alla cornacchia grigia e alla ghiandaia dal 20 settembre al 28 gennaio 2016.

La caccia alla starna e alla pernice rossa è permessa dal 1 ottobre al 15  novembre 2015.

La caccia alla volpe in battuta e alla tana, può essere effettuata  con un massimo di 10 partecipanti e cani idonei (ad esempio, non da ferma). I cacciatori, singoli o in gruppo, che intendono effettuare battute di caccia nel mese di gennaio devono comunicarlo al Comando di Polizia provinciale telefonando al numero 0564/484901, o utilizzando la teleprenotazione, se stabilito unitamente allo stesso Comando. Devono indicare il Comune, la località e se l’attività verrà svolta al mattino o al pomeriggio. Entro il 20 marzo 2016 devono essere comunicati gli esiti delle cacciate.

La caccia alla lepre è consentita dal 20 settembre fino all’7 dicembre 2015 mentre la caccia al fagiano dal 20 settembre al 31 dicembre 2015.

La caccia al cinghiale è consentita dal 1 novembre 2015 al 31 gennaio 2016. Nelle aree vocate si svolge esclusivamente nella forma della battuta, mentre nelle aree non vocate è consentita la caccia al cinghiale in forma singola nel medesimo periodo.

La caccia di selezione, a daini, caprioli, e mufloni nei mesi di novembre, dicembre e gennaio, ad eccezione del territorio dell’Isola del Giglio, è consentita solo il lunedì e il giovedì. Per quanto riguarda il capriolo è consentita la caccia dei maschi giovani e adulti dal 1 giugno al 15 luglio e dal 15 agosto al 30 settembre. Per le femmine giovani e adulte e per i piccoli di capriolo la caccia è consentita dall’2 gennaio al 14 marzo.

Riguardo al daino, la caccia è aperta dall’2 al 30settembre e dal 1 novembre al 14 marzo per il maschio giovane; e dal 1 novembre al 14 marzo per il maschio adulto. Le femmine di daino ed i piccoli sono cacciabili all’2 gennaio al 14 marzo.

La caccia al muflone è aperta per i maschi dall’1 agosto al 30 settembre e dal 1 novembre al 31 gennaio. Per le femmine e i piccoli solo dal 1 novembre al 31 gennaio.

L’esercizio venatorio nelle aree contigue alle Riserve naturali si svolge nella forma della caccia controllata, il cacciatore ha l‘obbligo di segnare la giornata di caccia sul tesserino regionale. In queste aree il cacciatore non può abbattere più di 15 capi al giorno di selvaggina migratoria, in particolare, al massimo 7 tortore, 2 beccacce, 3 palmipedi, 5 trampolieri e rallidi. Le giornate di caccia nelle aree contigue, escluse le battute di caccia al cinghiale, non possono essere più di 30. Non sono assoggettati a quest’ultima limitazione i cacciatori che hanno porzioni di territorio ricadente nell’area contigua. Queste disposizioni non valgono per quella parte di area contigua che ricade nell’area a particolare gestione di Caccia denominata “Laguna di Orbetello”.

Nelle Zone di Protezione Speciale (Zps) individuate dalla Regione l’attività venatoria è consentita nel rispetto della normativa regionale. Nel mese di gennaio l’attività venatoria nelle Zps è consentita, fatta eccezione per la caccia agli ungulati, nei soli giorni di domenica e giovedì.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Mattarella non può scegliere il ministro dell'Economia
Lo stop a Paolo Savona

Mattarella non può scegliere il ministro dell'Economia

Con un comunicato ufficioso il Quirinale ha fatto sapere di non accettare diktat sul ministero dell'Economia da parte di Matteo Salvini e Luigi Maio, di fatto sbarrando la porta al professore Paolo Savona. Verto che la Costituzione prevede un confronto fra il premier incaricato (il professore Giuseppe Conte) e il capo dello Stato (Sergio Mattarella) sulla squadra ministeriale. E per i compiti del ...

 

Spettacoli

Nel chiostro la mostra omaggio dei ragazzi al maestro Fontana

Massa Marittima

Nel chiostro la mostra omaggio dei ragazzi al maestro Fontana

Sarà inaugurata venerdì 25 settembre alle 17,30 e resterà visitabile fino al 6 gennaio 2016 la mostra fotografica allestita al Chiostro di Sant’Agostino "Le forme ...

21.09.2015

Tre giorni di eventi per celebrare il cavallo

La presentazione

Grosseto

Tre giorni di eventi per celebrare il cavallo

Dal 25 al 27 settembre ritorna il Festival dei cavalli datato 2015. Tre giorni intensi all’insegna dei destrieri nello scenario del Centro militare veterinario di via ...

19.09.2015

Aperte le iscrizioni alla scuola di musica Chelli

Grosseto

Aperte le iscrizioni alla scuola di musica Chelli

Con l’avvio del nuovo anno scolastico riprende con slancio anche l’attività della scuola di musica Chelli, che insieme alla scuola d’infanzia San Giuseppe, alla scuola media ...

17.09.2015