Morto il minatore che recuperò Alfredino

Grosseto

Morto il minatore che recuperò Alfredino

12.10.2014 - 17:14

0

E’ morto all’età di 77 anni, a Massa Marittima, Torello Martinozzi, caposquadra dei minatori maremmani che furono inviati nel 1981 a Vermicino per recuperare il corpo di Alfredino Rampi, il bambino caduto e morto in un pozzo artesiano profondo oltre sessanta metri. Martinozzi allestì una squadra e si calò il 4 luglio, dopo che il 10 giugno il piccolo era caduto nel pozzo. Fu lui a raggiungere il corpo del bimbo ormai privo di vita, visto che i minatori di Gavorrano furono chiamati dalle autorità quando ormai non c’erano più speranze di salvare la vita al bambino, dopo che nelle settimane precedenti erano stati compiuti numerosi, ma vani tentativi.
I minatori maremmani, lavorando a turni di otto ore, riuscirono a scavare una galleria orizzontale che dopo una settimana consentì loro di raggiungere il corpo del piccolo Alfredino, che dfu così restituito ai familiari. La vicenda tenne in apprensione tutta l’Italia. Per giorni la tv trasmise il dramma in diretta, la prima diretta televisiva nel Paese per un evento così drammatico e purtroppo tragico. Martinozzi è deceduto giovedì, mentre venerdì a Massa Marittima si sono svolti i funerali. Nonostante l’età, Martinozzi era ancora attivo come perito minerario.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Spettacoli

Tre giorni di eventi per celebrare il cavallo

La presentazione

Grosseto

Tre giorni di eventi per celebrare il cavallo

Dal 25 al 27 settembre ritorna il Festival dei cavalli datato 2015. Tre giorni intensi all’insegna dei destrieri nello scenario del Centro militare veterinario di via ...