michele cucuzza bianco e nero

Viaggiando nel social network

03.04.2015 - 12:09

0

In tempi di video postati in diretta su Periscope, dove '”tutti possono diventare reporter” secondo gli auspici di Fiorello, come va il “vecchio” Facebook? Superato il miliardo e 390 milioni di utenti, rimane il più frequentato social network al mondo, popolato più o meno come la Cina: “Ti aiuteremo a connetterti e a rimanere in contatto con le persone della tua vita” prometteva Mark Zuckerberg mentre lo lanciava a Harvard nel febbraio 2004. Tra i 19 milioni di italiani che vi accedono tutti i giorni (poco meno di un terzo della popolazione), alcune decine frequentano la mia bacheca e io la loro. Senza la pretesa di rappresentare nulla di statisticamente valido, ecco un estratto dei post della sezione notizie del primo pomeriggio di mercoledì , un'istantanea liquida del paese. Anzitutto i video condivisi: ce n'è una quantità, quasi tutti stranieri , con un seguito pazzesco, non hanno a che vedere con i fatti del giorno (tranne quelli di giornali e tv): un tuffatore che si lancia con successo dall'alto, un motociclista acrobata, urla sguaiate davanti a un microfono, gente che si occupa altruisticamente di chi è caduto per strada o non riesce a attraversare, il lancio di un missile per una missione scientifica da Cape Canaveral, coppie di anziani che ballano più o meno bene, bellezze che fanno ginnastica in spiaggia, hula hoop acrobatico, un tipo ricoperto di tatuaggi orrendi, onde spaventose che si infrangono sull'imbarcazione dove il video è girato, una coreografia cinese con mille braccia di ballerine in movimento sincronico: insieme all'intrattenimento puro, da evasione, domina l'effetto sensazionalistico-emotivo (compreso quello di qualche video porno soft che ogni tanto si insinua).
Il buonismo funziona sempre ma anche il suo opposto: le risate da derisione (una massaia che finisce dentro la sua maxilavatrice, aspirapolveri impazzite, gli obesi, le disavventure subìte in serie da automobilisti sfortunati, uno spremiketchup che emette suoni imbarazzanti). Le rare immagini di attualità (sgominata la gang del Vomero a Napoli) vanno forte perché, riprese dalle telecamere di sorveglianza, mostrano come agiscono i rapinatori: emozioni intense senza contestualizzazione. Effetto brivido cercato anche da chi ha girato un video tra i sedili di un aereo in volo (non succede nulla, ma è vietato e l'accostamento all'airbus della strage vorrebbe essere automatico). Passando a immagini fisse e testi, ecco il favolistico fantasioso (i draghi esistevano davvero), il complottismo del potere (Putin compra l'isola delle Femmine, il pilota suicida dell'Airbus è una balla: nessuno ti dice la verità/ troppe cose non tornano nelle ricostruzioni del disastro aereo) , aforismi e riflessioni che aspirano al sarcastico (la vera cattiveria è fingersi buoni/il più grande piacere è fare quello che gli altri dicono che non sai fare/ meglio non essere mai come certa gente/ noi donne siamo attratte da cose semplici e un po' sciocche, tipo gli uomini/ chi se accontenta, sbaja, in romanesco/) foto dei bambini di famiglia, cani e gatti di casa, pietanze appena uscite dal forno , giochi e puzzle. Diffusi i post autoriferiti ( mi sono beccata un virus, febbre, nausea/mi sono scocciata/ è arrivata l'ora della pennichella…mi cala la palpebra/mi sa che stanotte guarderò le stelle/ evvai, sono diventato milionario/ anch'io sto per capitolare: mi sposo/ altra giornata di passione: sto male/ auguri alle amiche che mi vogliono bene). Nessuno stranamente parla d'amore, forse si aspetta il calar della sera. Selfie anche in chiave politica: “da piccolo sognavo di amministrare la mia Cetraro, mi candido ufficialmente a sindaco”. Qualche critica a D'Alema, cronache dal parlamento di esponenti del M5S. Non manca chi augura “buon pesce d'aprile'” e chi si porta avanti con i “Buona Pasqua'”. Capita che qualcuno non ce la faccia più: “E' arrivato il momento di eliminare il profilo, grazie a tutti”, saluta garbatamente Giuseppe Allegro.
mikcucuzza@gmail.com

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Mattarella non può scegliere il ministro dell'Economia
Lo stop a Paolo Savona

Mattarella non può scegliere il ministro dell'Economia

Con un comunicato ufficioso il Quirinale ha fatto sapere di non accettare diktat sul ministero dell'Economia da parte di Matteo Salvini e Luigi Maio, di fatto sbarrando la porta al professore Paolo Savona. Verto che la Costituzione prevede un confronto fra il premier incaricato (il professore Giuseppe Conte) e il capo dello Stato (Sergio Mattarella) sulla squadra ministeriale. E per i compiti del ...

 

Spettacoli

Nel chiostro la mostra omaggio dei ragazzi al maestro Fontana

Massa Marittima

Nel chiostro la mostra omaggio dei ragazzi al maestro Fontana

Sarà inaugurata venerdì 25 settembre alle 17,30 e resterà visitabile fino al 6 gennaio 2016 la mostra fotografica allestita al Chiostro di Sant’Agostino "Le forme ...

21.09.2015

Tre giorni di eventi per celebrare il cavallo

La presentazione

Grosseto

Tre giorni di eventi per celebrare il cavallo

Dal 25 al 27 settembre ritorna il Festival dei cavalli datato 2015. Tre giorni intensi all’insegna dei destrieri nello scenario del Centro militare veterinario di via ...

19.09.2015

Aperte le iscrizioni alla scuola di musica Chelli

Grosseto

Aperte le iscrizioni alla scuola di musica Chelli

Con l’avvio del nuovo anno scolastico riprende con slancio anche l’attività della scuola di musica Chelli, che insieme alla scuola d’infanzia San Giuseppe, alla scuola media ...

17.09.2015