Follonica

La marcia contro l'inceneritore

Scarlino

Inceneritore, parte un'azione collettiva in sede civile

10.09.2015 - 20:31

0

Si fa aspra e si arricchisce di nuovi elementi la battaglia contro l’inceneritore all’indomani della decisione di far ripartire l’impianto. Intanto un’azione collettiva in sede civile è stata intrapresa dal comitato del no, dando incarico all'avvocato Roberto Fazzi di informare la stampa circa l’incarico affidato al consulente di parte, ingegner Vincenzo Annino. Al piano legale si aggiunge quello politico, da parte del circolo Scarlinese di Forza Italia, con un feroce attacco al sindaco Marcello Stella, reo secondo gli azzurri di mantenuto un comportamento ambiguo su tutta la vicenda. Nella lettera alla stampa l’avvocato Fazzi nel sottolineare la competenza quarantennale di Annino mette in evidenza alcune lacune riscontrate sulle caratteristiche dell'impianto “...marcia assolutamente discontinua dell’impianto, il quale ha operato dal 1 gennaio 2013 al 31 maggio 2014 soltanto per 467 giorni ed è rimasto fermo per 1081 giorni su 1548 a causa di incrostazioni, problemi di fluidificazione dei forni, formazioni di scorie e impaccamento di ceneri e polveri, subendo addirittura 135 arresti per altrettante manutenzioni, sia prima che dopo il riavvio dell’impianto in data 2 agosto 2013. Le osservazioni di Annino confermano la pericolosità dell’inceneritore, pericolosità già dichiarata nelle sentenze del Tar e del Consiglio di Stato e risultante anche da precedenti consulenze tecniche di Paolo Rabitti agli atti della Class Action”. Infine la questione politica. “Per una volta - si legge nel documento azzurro - sembrava che il sindaco Stella avesse preso una chiara e precisa posizione sulla concessione della Via/Aia per la riapertura dell’inceneritore, partecipando alla manifestazione del 4 settembre (seppur senza fascia tricolore e seppur non intervenendo alla discussione, lasciando la parola al suo collega Benini).

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Mattarella non può scegliere il ministro dell'Economia
Lo stop a Paolo Savona

Mattarella non può scegliere il ministro dell'Economia

Con un comunicato ufficioso il Quirinale ha fatto sapere di non accettare diktat sul ministero dell'Economia da parte di Matteo Salvini e Luigi Maio, di fatto sbarrando la porta al professore Paolo Savona. Verto che la Costituzione prevede un confronto fra il premier incaricato (il professore Giuseppe Conte) e il capo dello Stato (Sergio Mattarella) sulla squadra ministeriale. E per i compiti del ...

 

Spettacoli

Nel chiostro la mostra omaggio dei ragazzi al maestro Fontana

Massa Marittima

Nel chiostro la mostra omaggio dei ragazzi al maestro Fontana

Sarà inaugurata venerdì 25 settembre alle 17,30 e resterà visitabile fino al 6 gennaio 2016 la mostra fotografica allestita al Chiostro di Sant’Agostino "Le forme ...

21.09.2015

Tre giorni di eventi per celebrare il cavallo

La presentazione

Grosseto

Tre giorni di eventi per celebrare il cavallo

Dal 25 al 27 settembre ritorna il Festival dei cavalli datato 2015. Tre giorni intensi all’insegna dei destrieri nello scenario del Centro militare veterinario di via ...

19.09.2015

Aperte le iscrizioni alla scuola di musica Chelli

Grosseto

Aperte le iscrizioni alla scuola di musica Chelli

Con l’avvio del nuovo anno scolastico riprende con slancio anche l’attività della scuola di musica Chelli, che insieme alla scuola d’infanzia San Giuseppe, alla scuola media ...

17.09.2015