Smantellavano le auto rubate: sgominata organizzazione criminale

Gavorrano

Smantellavano le auto rubate: sgominata organizzazione criminale

07.08.2015 - 18:51

0

Smantellavano a Gavorrano le auto rubate soprattutto nel nord Italia, in particolare in Lombardia, Veneto e anche Calabria, e poi ne rivendevano i pezzi facendo affari d'oro. A sgominare l'organizzazione criminale è stata la Polizia Stradale al termine di mesi di indagini: sette le misure cautelari che hanno riguardato il sodalizio, di cui sei in carcere e una ai domiciliari. L'indagine è partita nell'agosto 2014 quando durante un controllo della Stradale nell'impresa di autodemolizioni F&M di Gavorrano gli agenti notarono molte auto nuove e per nulla usurata nella rimessa dell'azienda, oltre a un'enorme quantità di pezzi di ricambio per quella che avrebbe dovuto essere l'attività lavorativa. Presero così il via appostamenti, pedinamenti e successivamente anche intercettazioni ambientali con l'utilizzo di apposite videocamere. Gli inquirenti capirono che molte auto entravano nell'azienda e non ne uscivano più e che il sabato pomeriggio, quando la F&M era chiusa, nell'azienda si svolgevano invece attività di demolizione fuori programma.

In effetti i due titolari della ditta, risultati poi anche i capi del sodalizio criminale, secondo quanto emerso dall'indagine ricevevano almeno due auto rubate alla settimana, che la manovalanza - 4 uomini tutti residenti nel Milanese - portavano sino a 3-4 chilometri dall'azienda, in località Merlina, affinché il sabato fossero ritirate e demolite dai capi, che pagavano 500 euro ogni vettura e programmavano il rientro in treno dei complici fornendo loro tutte le informazioni su orari e stazioni.

Nel febbraio 2015 l'arresto dei due capi della banda, il 49enne milanese Stefano Ludovico e il 46enne Salvatore Diaco, originario di Crotone, ora il cerchio si è chiuso con le misure a carico degli altri componenti dell'organizzazione. Si tratta di Giuseppe Alfano, 46enne originario di Palermo e residente a Milano; Salvatore Callipari, 47enne di Reggio Calabria domiciliato a Trezzano sul Naviglio; Rino Cacace, 42enne di Milano residente nel Pavese; e Giovanni Mereu, 44enne di Milano, tutti finiti in carcere. Ai domiciliari è invece Federica Ludovico, 24 anni, figlia di Stefano e contabile del gruppo nonché formalmente rappresentante legale della F&M. Per loto l'accusa è associazione a delinquere finalizzata al reperimento, trasporto, smontaggio e illecita commercializzazione di veicoli oggetti di furto.

L'azienda è stata chiusa e sequestrata, oscurato anche il sito online utilizzato per pubblicizzare i pezzi di ricambio smontati dall'organizzazione, che aveva specifiche competenze e si avvaleva di collaboratori del posto, uno dei quali colto in flagrante nel blitz della Stradale e denunciato. I sei uomini avevano già operato con le stesse finalità in Lombardia, poi dopo essere stati scoperti dalle forze dell'ordine (e alcuni anche condannati) nell'estate del 2014 avevano deciso di delocalizzare l'attività in Maremma.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Mattarella non può scegliere il ministro dell'Economia
Lo stop a Paolo Savona

Mattarella non può scegliere il ministro dell'Economia

Con un comunicato ufficioso il Quirinale ha fatto sapere di non accettare diktat sul ministero dell'Economia da parte di Matteo Salvini e Luigi Maio, di fatto sbarrando la porta al professore Paolo Savona. Verto che la Costituzione prevede un confronto fra il premier incaricato (il professore Giuseppe Conte) e il capo dello Stato (Sergio Mattarella) sulla squadra ministeriale. E per i compiti del ...

 

Spettacoli

Nel chiostro la mostra omaggio dei ragazzi al maestro Fontana

Massa Marittima

Nel chiostro la mostra omaggio dei ragazzi al maestro Fontana

Sarà inaugurata venerdì 25 settembre alle 17,30 e resterà visitabile fino al 6 gennaio 2016 la mostra fotografica allestita al Chiostro di Sant’Agostino "Le forme ...

21.09.2015

Tre giorni di eventi per celebrare il cavallo

La presentazione

Grosseto

Tre giorni di eventi per celebrare il cavallo

Dal 25 al 27 settembre ritorna il Festival dei cavalli datato 2015. Tre giorni intensi all’insegna dei destrieri nello scenario del Centro militare veterinario di via ...

19.09.2015

Aperte le iscrizioni alla scuola di musica Chelli

Grosseto

Aperte le iscrizioni alla scuola di musica Chelli

Con l’avvio del nuovo anno scolastico riprende con slancio anche l’attività della scuola di musica Chelli, che insieme alla scuola d’infanzia San Giuseppe, alla scuola media ...

17.09.2015