Processo Concordia

La corte pronuncia la sentenza

GROSSETO

Schettino condannato a 16 anni

11.02.2015 - 21:18

0

Schettino condannato a 16 anni (FOTO). Si conclude così il processo all’ex comandante di Costa accusato di aver causato il naufragio della Concordia avvenuto il 12 gennaio 2012 davanti all’Isola del Giglio. Naufragio che causò 32 morti. E proprio pensando ai morti leggendo una sua dichiarazione in aula mercoledì 11 febbraio, ultimo giorno del processo, l’ex comandante ha pianto. “sono in parte morto anche io” ha detto Schettino Ai giudici (LEGGI LA LUNGA ATTESA DI SCHETTINO). "Sono stato accusato di mancanza di sensibilità per le vittime: cospargersi il capo di cenere è un modo per esibire i propri sentimenti", scelta "che non ho fatto. Il dolore non va esibito per strumentalizzarlo", ha aggiunto. Poi ha parlato di "momenti di dolore che ho condiviso coi naufraghi a casa mia", ma si è messo a piangere e si è interrotto. A quel punto i giudici si sono riuniti in camera di consiglio per la sentenza. Un processo lungo, sotto i riflettori di mezzo mondo, che non ha mancato di riservare colpiti di scena e tragedie fino alle ultime battute. Martedì 10 febbraio, alle ore 21 circa, l’ultimo colpo di scena di questo dramma. L’avvocato di Costa, che dalla mattina stava parlando in aula per la sua replica dopo le richieste delle parti civili, è crollato per un malore.
LEGGI L’ARTICOLO
Lungo e articolato l’intervento dei difensori di Schettino. L’avvocato Domenico Pepe, concludendo le repliche della difesa, ha detto: “"La peggiore vittima di questa vicenda è quel signore che io difendo, Francesco Schettino, a cui si vuole infliggere un pena che sembra un ergastolo, perché questo è stato praticamente chiesto per quest'uomo. E' possibile che non ci si renda conto che costui in questi tre anni ha subito di tutto, ha sofferto come nessun altro mortale. E' stato mortificato, dileggiato, offeso, ingiuriato in udienza, perseguitato dalla stampa e dalle forze dell'ordine". Schettino, dal canto suo, a parte un giorno in cui aveva la febbre a 39, è sempre stato presente in aula.
LEGGI L'ARTICOLO
Un solo giorno di assenza e poi di nuovo in aula accanto ai suoi legali per tutto il periodo del processo.
LEGGI L’ARTICOLO
In questi mesi non sono mancati momenti di tensione e di scontro frontale, soprattutto con la Procura e in modo particolare per la divulgazione della famosa telefonata – subito dopo il naufragio – tra Schettino e la Capitaneria di Porto di Livorno.

VEDI IL VIDEO

Centinaia di deposizioni: quelle dei naufraghi che hanno raccontato la loro storia, il dramma vissuto, la paura e il panico di quella maledetta notte. I racconti degli eroi - veri e vinti - il racconto di chi, invece, da eroe si è comportato un attimo dopo la tragedia, accogliendo i naufraghi spaventati e infreddoliti.

LEGGI L'ARTICOLO

Una tragedia per la quale sono stati riconosciuti risarcimenti ai naufraghi ma che non tutti hanno accettato, preferendo costituirsi parte civile al processo.

LEGGI L'ARTICOLO

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Spettacoli

Nel chiostro la mostra omaggio dei ragazzi al maestro Fontana

Massa Marittima

Nel chiostro la mostra omaggio dei ragazzi al maestro Fontana

Sarà inaugurata venerdì 25 settembre alle 17,30 e resterà visitabile fino al 6 gennaio 2016 la mostra fotografica allestita al Chiostro di Sant’Agostino "Le forme ...

21.09.2015

Tre giorni di eventi per celebrare il cavallo

La presentazione

Grosseto

Tre giorni di eventi per celebrare il cavallo

Dal 25 al 27 settembre ritorna il Festival dei cavalli datato 2015. Tre giorni intensi all’insegna dei destrieri nello scenario del Centro militare veterinario di via ...

19.09.2015

Aperte le iscrizioni alla scuola di musica Chelli

Grosseto

Aperte le iscrizioni alla scuola di musica Chelli

Con l’avvio del nuovo anno scolastico riprende con slancio anche l’attività della scuola di musica Chelli, che insieme alla scuola d’infanzia San Giuseppe, alla scuola media ...

17.09.2015