Roccastrada

Ricorso contro il dissequestro dell'impianto

Roccastrada

Biomasse, ricorso in Cassazione contro il dissequestro dell'impianto

26.10.2014 - 16:36

0

Sull’impianto a biogas di Cinigiano la Procura ha presentato ricorso in Cassazione contro il dissequestro disposto dal tribunale. Un dissequestro che risale a poco meno di due settimane fa.
“Non c’è stata alcuna truffa”. Così l’avvocato Alessandro Antichi, che rappresenta i titolari dell’impianto a biogas “Cinigiano agri power plus” spiegò la scelta del giudice di disporre il dissequestro dell’impianto.  “La normativa, transitoria, sulle rinnovabili - proseguì l’avvocato Antichi illustrando la scelta del giudice - prevedeva due step successivi: un procedimento di ammissione ai contributi, e, successivamente (sino a 18 mesi dopo) l’entrata in esercizio dell’impianto. Questo perché le due cose non combaciano”. Gli impianti a biogas infatti richiedono mesi per iniziare a produrre energia.  Il funzionamento è questo: si immette dentro erba (biomassa) che, tramite un processo chimico, fermenta, e dopo settimane, ma anche mesi, comincia a produrre gas sino alla stabilizzazione del sistema e del ciclo produttivo. Dunque al primo step si fa la prova se l’impianto funziona e questo lo certifica l’Enel, ma i contributi arrivano solo quando l’impianto è a regime, ossia al secondo step. Ora, però, la scelta della Procura rimette tutto in discussione. A questo punto non resta che attendere l’arrivo di una nuova decisione da parte dei giudici.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Spettacoli

Tre giorni di eventi per celebrare il cavallo

La presentazione

Grosseto

Tre giorni di eventi per celebrare il cavallo

Dal 25 al 27 settembre ritorna il Festival dei cavalli datato 2015. Tre giorni intensi all’insegna dei destrieri nello scenario del Centro militare veterinario di via ...