Bettino Craxi

La presentazione del libro con Stefania Craxi, Luigi Colomba e Gianni Bonini

GROSSETO

Il passaggio tra prima e seconda Repubblica visto da Bettino Craxi

24.10.2014 - 19:09

0

E dopo la Giannella con il suo grande parterre di VIP e la presentazione di Marcello Sorgi, il libro, l'unico scritto da Bettino Craxi, "Io parlo e continuerò a parlare, note e appunti sull'Italia vista da Hammamet", come sottolineato dalla figlia Stefania, è stato presentato anche a Grosseto nell'auditorium di Corso Carducci, gentilmente concesso dalla Banca della Maremma. Con Gianni Bonini tanti amici di Stefania e anche appassionati di politica e di letteratura, curiosi di approfondire la conoscenza dell'uomo politico costretto ad espatriare e che ha vissuto anni di esilio non certo "dorato" in Tunisia, lontano dal suo Paese e dai suoi interessi familiari e anche politici. E che è morto sicuramente soffrendo moltissimo questa situazione. Stefania ha ricordato che si è scritto e detto tanto di Bettino Craxi, anche troppo e molto a sproposito, ma quello che mancava era un libro proprio di Bettino. E oggi "la lacuna" è stata riempita: il libro c'è ed è sicuramente interessante nel senso più intelligente del termine. Bettino esule fa capire nelle 230 pagine del suo libro, edito da Mondadori, che non si è mai reso conto del perchè sia stata trattato come uno dei peggiori criminali. E si domandava: ma che cosa ho fatto di così grave per ricevere un trattamento tanto disumano? Domande e risposte che dava a se stesso che fecero cadere Craxi in depressione tanto da pensare anche a togliersi la vita. Ma l'interesse del suo libro( 18 euro in ogni libreria) è la conferma che il carismatico e grande statista aveva previsto la maggior parte degli avvenimenti che caratterizzano la vita di oggi. Insomma pare proprio, venti anni fa, che Bettino avesse avuto la sfera di cristallo. In realtà era una persona di grande intelligenza e un profondo conoscitore del suo paese, dei suoi personaggi, delle persone e della politica. " E degli uomini che la politica hanno fatto e continuano a fare, compresi quegli sconosciuti, ha aggiunto Stefania Craxi, che facevano dire a Bettino ad Hanmmamet:"Ma questi chi sono? Da dove sono spuntati? Chi li ha investiti? E chi permette loro di dire cose che non conoscono o esprimere giudizi su persone che non sono in grado di giudicare né per cultura politica né tanto meno per esperienza di vita". E con il suo libro obietta, riflette e risponde.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Spettacoli

Tre giorni di eventi per celebrare il cavallo

La presentazione

Grosseto

Tre giorni di eventi per celebrare il cavallo

Dal 25 al 27 settembre ritorna il Festival dei cavalli datato 2015. Tre giorni intensi all’insegna dei destrieri nello scenario del Centro militare veterinario di via ...