Forte Stella

Aumentano le tariffe per i matrimoni

Monte Argentario

Matrimoni sempre più cari, Cerulli alza le tariffe

16.01.2015 - 19:15

0

“Chi vuole pronunciare il sì più importante della vita in uno dei posti di eccellenza che offre l’Argentario, deve pagare in modo adeguato”. Con queste considerazioni, lo scorso mese di novembre, il sindaco Arturo Cerulli giustificò gli aumenti delle tariffe richiesti per sposarsi nella “case comunali” del Municipio e della Fortezza Spagnola di Porto Santo Stefano e della delegazione comunale e del Forte Stella di Porto Ercole. Insomma, matrimoni in ambienti di lusso per tasche che se lo possono permettere. E con i contributi ricavati si andrà ad aumentare la qualità dei servizi resi, dalla pulizia all’illuminazione. Nell’ambito di quei ritocchi che facevano precise distinzioni sulle base degli orari delle nozze e della residenza o meno di anche soltanto uno dei nubendi nel Comune di Monte Argentario, adesso sono state apportate ulteriori differenziazioni per quanto riguarda i residenti che sono state divisi, a loro volta, con “ticket” diversi, tra ex residenti e parenti di primo o secondo grado. Nella prima categoria che comprende i monumenti della Fortezza Spagnola e Forte Stella, i prezzi sono comprensibilmente più alti. Premesso che gli orari di servizio vanno dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle 13 ed il martedì e giovedì dalle 15.30 alle 17 e quelli fuori servizio sono il lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 15 alle 18 ed il sabato, la domenica e festivi dalle ore 9 alle 13 e dalle 15 alle 19, i residenti che decidono di sposarsi davanti al sindaco o ad un delegato, in orario di servizio pagano 300 € e fuori servizio 500 euro. Da questi vengono distinti i già residenti (ex residenti e parenti di primo e secondo grado dei residenti) che devono tirar fuori 500 € in orario di servizio e 1.000 € fuori orario di servizio. Infine, ai non residenti sono richiesti 1.500 € in orario di servizio e 3.000 euro fuori orario di servizio. Minori i costi per l’utilizzo del Palazzo Municipale di Porto S. Stefano e della delegazione di Porto Ercole. Premesso che gli orari di servizio sono identici a quelli dei due Forti, in questi casi i residenti si sposano gratuitamente in orario di servizio, mentre è richiesto loro un contributo di 100 euro fuori orario di servizio e di 200 euro nei giorni festivi; i non residenti devono versare nelle casse del Comune 100 € in orario di servizio; 200 € fuori orario di servizio e 250 euro nei giorni festivi. Se uno dei due sposi è impossibilito a recarsi nelle case comunali per un impedimento provvisorio (ed il precedente più eclatante è quello dell’infortunio ad Anna Falchi che fece trasferire tutti nell’allora sua Villa Feltrinelli) deve pagare un contributo di 300 euro, mentre nulla è dovuto alla coppia quando uno dei due sposi si trova in imminente pericolo di vita e quindi assolutamente impossibilitato a muoversi.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Spettacoli

Nel chiostro la mostra omaggio dei ragazzi al maestro Fontana

Massa Marittima

Nel chiostro la mostra omaggio dei ragazzi al maestro Fontana

Sarà inaugurata venerdì 25 settembre alle 17,30 e resterà visitabile fino al 6 gennaio 2016 la mostra fotografica allestita al Chiostro di Sant’Agostino "Le forme ...

21.09.2015

Tre giorni di eventi per celebrare il cavallo

La presentazione

Grosseto

Tre giorni di eventi per celebrare il cavallo

Dal 25 al 27 settembre ritorna il Festival dei cavalli datato 2015. Tre giorni intensi all’insegna dei destrieri nello scenario del Centro militare veterinario di via ...

19.09.2015

Aperte le iscrizioni alla scuola di musica Chelli

Grosseto

Aperte le iscrizioni alla scuola di musica Chelli

Con l’avvio del nuovo anno scolastico riprende con slancio anche l’attività della scuola di musica Chelli, che insieme alla scuola d’infanzia San Giuseppe, alla scuola media ...

17.09.2015