Cala Civette

Ancora polemiche sul "corridoio"

Scarlino

Approdo a Cala Civette, il Comune apre al circolo nautico

01.08.2015 - 20:05

0

Non si placa la polemica innescata dal comune di Scarlino per non aver realizzato un ‘corridoio’ di sicurezza per arrivare sulla riva di Cala Civette, con piccole imbarcazioni. Andata e ritorno per 150 metri, come prevede il limite di sicurezza in quella zona, secondo un confine delimitato da boe galleggianti. Il corridoio avrebbe permesso, soprattutto ai piccoli natanti di poter giungere vicino all’arenile mediante “abbrivio”, scaricare persone e attrezzature per poi ritornare oltre le boe e li ormeggiare. Il disappunto è arrivato giorni fa dal Circolo Nautico Scarlinese e il sindaco Stella, considerate forse anche le argomentazioni addotte dal sodalizio Scarlinese, ha pensato di convocare i dirigenti per domani, con l’intento di dirimere la questione e trovare una soluzione. La risposta del comune sulla contrarietà al “corridoio” venne affidata al vice sindaco Radi, che argomentò la decisione tirando in ballo la sicurezza dei bagnanti e l’inquinamento prodotto in quei 150 metri, dai motori fuoribordo. “I nostri associati - si legge nella lettera del Circolo Nautico Scarlinese- erano stati rassicurati da vari esponenti della Giunta, compreso il Sindaco, garantendoci che il problema sarebbe stato risolto. Questi corridoi - viene sottolineato- si sono sempre realizzati in gran numero anche su richiesta degli stabilimenti balneari”. Il Circolo rammenta a Stella che la passata giunta Bizzarri, lo aveva previsto alfine di rendere fruibile quella zona anche ai proprietari delle piccole imbarcazioni, che non possono certamente avvalersi di gommoni, come sostenuto dal vice sindaco Radi, dal momento che in una barca di 5-6 metri, o ci stanno le persone o il gommone. Infine la questione ambientale e di sicurezza. Non starebbero ne in cielo e ne in terra la motivazioni addotte dall’assessore Radi, secondo i soci del circolo. Proprio perchè sarebbe la sicurezza ad essere garantita ai bagnanti, essendo il corridoio ben delimitato e segnalato materialmente. Ambiente. “…allora nemmeno il Porto avrebbe dovuto essere realizzato - precisa la nota del Circolo- …. Le piccole imbarcazioni non creerebbero nessun problema, se non quello tollerato e creato invece dalle grosse imbarcazioni, che in gran numero sostano lungo le nostre “cale”.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Mattarella non può scegliere il ministro dell'Economia
Lo stop a Paolo Savona

Mattarella non può scegliere il ministro dell'Economia

Con un comunicato ufficioso il Quirinale ha fatto sapere di non accettare diktat sul ministero dell'Economia da parte di Matteo Salvini e Luigi Maio, di fatto sbarrando la porta al professore Paolo Savona. Verto che la Costituzione prevede un confronto fra il premier incaricato (il professore Giuseppe Conte) e il capo dello Stato (Sergio Mattarella) sulla squadra ministeriale. E per i compiti del ...

 

Spettacoli

Nel chiostro la mostra omaggio dei ragazzi al maestro Fontana

Massa Marittima

Nel chiostro la mostra omaggio dei ragazzi al maestro Fontana

Sarà inaugurata venerdì 25 settembre alle 17,30 e resterà visitabile fino al 6 gennaio 2016 la mostra fotografica allestita al Chiostro di Sant’Agostino "Le forme ...

21.09.2015

Tre giorni di eventi per celebrare il cavallo

La presentazione

Grosseto

Tre giorni di eventi per celebrare il cavallo

Dal 25 al 27 settembre ritorna il Festival dei cavalli datato 2015. Tre giorni intensi all’insegna dei destrieri nello scenario del Centro militare veterinario di via ...

19.09.2015

Aperte le iscrizioni alla scuola di musica Chelli

Grosseto

Aperte le iscrizioni alla scuola di musica Chelli

Con l’avvio del nuovo anno scolastico riprende con slancio anche l’attività della scuola di musica Chelli, che insieme alla scuola d’infanzia San Giuseppe, alla scuola media ...

17.09.2015