Gavorrano

Multa salata per i commercianti

GAVORRANO

Cartelli fuori posto: multa salata per i commercianti

15.10.2014 - 14:46

0

Bagno di Gavorrano: della serie c’è una buona e una cattiva notizia. Più o meno è successo questo all’associazione dei commercianti di Gavorrano. Lo stesso giorno in cui il presidente David Acquisti annuncia con entusiasmo le date definitive dei mercatini natalizi, previsti per il 20 e 21 dicembre, gli tocca, con molto rammarico, anche raccontare cosa gli è capitato il giorno precedente, in cui si è visto consegnare una raccomandata già dall’aspetto poco ben promettente e annuncia: “Nel dare seguito alla voce di questa mattina, vi giro la seconda notizia, alla quale è difficile dare un inquadramento. Ieri pomeriggio mi è stata recapitata una raccomandata riportante un verbale, imputato all’associazione commercianti, redatto dai vigili urbani di Gavorrano circa la nostra violazione nell’apporre i cartelli pubblicitari della festa ‘Summer-End’ all’incrocio presso la via Aurelia Vecchia. Il verbale è stato redatto il giorno 20 settembre ore 9.50. Leggendo l’articolo 23 CdS comma 1 ed 11, da noi trasgredito, non abbiamo certamente richiesto nessuna autorizzazione e questo ci ha punito - ammette il presidente che prosegue -. Mi pare ovvio che chi trasgredisce debba pagare per l’errore, ciò che non mi trova d’accordo è che, nel territorio del comune di Gavorrano, sovente ci siamo imbattuti in cartellonistiche applicate presso diversi incroci, ma bada caso nessuno ha mai discusso circa una contravvenzione. Può darsi che tutte le altre associazioni siano più lungimiranti e preparate della nostra, e conoscendo a memoria tutte le leggi dello Stato italiano, abbiano chiesto ed ottenuto l’autorizzazione prevista. Una sola cosa mi rattristisce, ed è che ci impegniamo fortemente per migliorare la visibilità di questo paese ma alla lunga, la stanchezza di questi atti, generano la volontà di non collaborare più in nessun modo”. In sostanza l’associazione dovrà pagare quasi 300 euro, una somma importante per i commercianti che sono soliti autofinanziare le proprie iniziative, come fanno tutte le associazioni del resto, e come tutti coloro che commettono un errore anche loro ne dovranno trarre le conseguenze. Ma sui social network è scattata subito la polemica senza tanti giri di parole. Una commerciante infuriata accusa: “La domanda mi sorge spontanea: visto che viviamo nello stesso comune e ci conosciamo tutti, ma era chiedere troppo farci una telefonata e quindi evitarci l’ammenda di 300 euro? In tutto il comune, durante il periodo estivo, sono stati messi manifesti pubblicitari delle feste sotto i vari cartelli stradali. Senza ombra di dubbio loro erano in regola e me lo voglio augurare, altrimenti ci sarebbe feste di serie A e di serie B. Non bastano i soldi che ci vengono chiesti per tutte le tasse che paghiamo? Ora anche multati”.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Spettacoli

Tre giorni di eventi per celebrare il cavallo

La presentazione

Grosseto

Tre giorni di eventi per celebrare il cavallo

Dal 25 al 27 settembre ritorna il Festival dei cavalli datato 2015. Tre giorni intensi all’insegna dei destrieri nello scenario del Centro militare veterinario di via ...